Ogni giorno è il giorno della memoria - Nei campi di concentramento è stata tolta la cosa più bella che l’uomo ha: la vita
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattei su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattei Riflessioni 03/02 03/02

    Ogni giorno è il giorno della memoria

    Nei campi di concentramento è stata tolta la cosa più bella che l’uomo ha: la vita

    Memoria=ricordo. Non basta un giorno solo per ricordare ciò che è successo dentro quelle mura, o meglio quel filo spinato. Tutto questo solo perché per lo Stato tedesco essere un ebreo era segno di nullità, fastidio? Come ha potuto un uomo, che ha gli stessi diritti di vivere di un ebreo, decidere di fare una selezione? In base a cosa?

    Non è detto che dietro un ebreo si nasconda malignità, come non è detto che dietro un tedesco ci sia cattiveria. L’unico che può permettersi di fare una selezione è Darwin, per le sue scoperte scientifiche. Eppure non è stato il solo. Ridicolo il fatto di fermarsi all’apparenza. E se quello che è accaduto non molti anni fa accadesse oggi? Quanti campi di concentramento dovrebbero esistere? Per gay, lesbiche, esponenti delle varie religioni? Saremmo in grado di sopportare ciò che quelle persone hanno provato?

    Una simile dittatura, con delle regole ferrate come quelle di Hitler, ora ci ucciderebbe. Chi lo sa se avessero potuto ribellarsi come ci insegnano i soviet, in Russia, dove contadini e operai si alleano e si ribellano alle leggi politiche (per la fame, per la svalutazione della moneta etc.). Non si può tornare indietro, la storia oramai è già stata scritta. Non serve se solo il 27 gennaio di ogni anno si postano foto sui social in ricordo di quei tempi bui, e tutto il resto dell’anno ce ne scordiamo. Loro entravano lì senza sapere se sarebbero più usciti. Gli è stata tolta la cosa più bella che un uomo ha: la vita.

    Ogni giorno è un buon momento per ricordare.

    di Francesca Marzulli


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi