The future of jobs: cosa ci aspetta nel mondo del lavoro? - Il World Economic Forum pubblica il report 2018: cosa c’è da attendersi nel futuro?
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattei su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Mattei Attualità 28/12/2018 28/12

The future of jobs: cosa ci aspetta nel mondo del lavoro?

Il World Economic Forum pubblica il report 2018: cosa c’è da attendersi nel futuro?

La Quarta Rivoluzione Industriale sta cambiando totalmente le sorti del mondo socio-economico, tanti saranno i lavori persi, ma numerosi saranno anche i lavori che nasceranno dalle industrie 4.0. Ecco perché il World Economic Forum, come ogni anno su diversi temi, ha pubblicato il proprio report sul futuro del mondo del lavoro: una fonte utile non solo ad aprire una finestra all’avvenire, ma anche a tutti gli studenti che stanno cercando un percorso di studi che si allinei con i bisogni emergenti nelle industrie.

Nel 2018, in media il 71% delle ore di lavoro nelle 12 industrie analizzate nel report è stato svolto da umani, mentre si aspetta che questa percentuale scenda al 58% nel 2022, quando le macchine svolgeranno il 42% dei compiti.

Una stima indica che 75 milioni di lavori saranno sostituiti dal cambio della divisione del lavoro, ma 133 milioni saranno i nuovi ruoli che potrebbero emergere. Sebbene queste supposizioni precise vadano prese piuttosto con cautela, danno un’idea generale e globale di come le industrie cambieranno matrice.

Entro il 2022, a non meno del 54% dei lavoratori sarà richiesto un aumento e adattamento delle proprie capacità. L’abilità nelle nuove tecnologie non è l’unica competenza richiesta: si parla anche di creatività, spirito d’iniziativa, pensiero critico, capacità di negoziazione, flessibilità e problem solving di questioni più complesse, oltre che intelligenza emotiva, leadership e orientamento al servizio.

Oltre questo, non tutte le competenze specifiche saranno raggiunte in breve tempo e gli imprenditori si troveranno ad affrontare un notevole gap fra umani e macchine, competenze e potenzialità.

Se quindi, da parte loro, le industrie si troveranno davanti grosse sfide, i governi devono investire nell’insegnamento, specialmente nelle STEM e nelle soft skills. Per i lavoratori, invece, c'è un'indiscutibile necessità di assumersi la responsabilità personale per il proprio apprendimento permanente e lo sviluppo della carriera.

E per i nuovi lavoratori? Crescente è la domanda di sviluppatori di software e di applicazioni, specialisti nell’e-commerce e social media, specialisti dei Big Data, esperti del processo di automazione, analisti della sicurezza dell’informazione, designer dell’interazione fra robot e umani, ingegneri di robotica, specialisti del Blockchain, ovvero tutti quei lavori che si basano e migliorano l’uso della tecnologia.

Da non sottovalutare sono anche i lavori più affini ai “rapporti umani” come servizio clienti, professionisti nelle vendite e nel marketing, insegnanti, persone che si dedicano alla cultura, operation e innovation manager.

Tale progresso e cambiamento avverrà solo se le persone e i governi saranno pronti e, come dice il filosofo Karl Popper, “il futuro è molto aperto, e dipende da noi, da noi tutti. Dipende da ciò che voi e io e molti altri uomini fanno e faranno, oggi, domani e dopodomani. E quello che noi facciamo e faremo dipende a sua volta dal nostro pensiero e dai nostri desideri, dalle nostre speranze e dai nostri timori. Dipende da come vediamo il mondo e da come valutiamo le possibilità del futuro che sono aperte”.

Più informazioni su: http://www3.weforum.org/docs/WEF_Future_of_Jobs_2018.pdf

di Clara Mariagilda Ruzzi


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi