Chiusura d’anno tra ironia, racconto e merito - Il 23 dicembre scorso si è svolta la X edizione del “The Best of Mattei”
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattei su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Mattei Attualità 02/01 02/01

Chiusura d’anno tra ironia, racconto e merito

Il 23 dicembre scorso si è svolta la X edizione del “The Best of Mattei”

Un altro anno è passato e il “Mattei” non poteva non chiuderlo in grande stile. L’occasione, come di consueto, è stata il “The Best of Mattei”, la cerimonia di premiazione degli studenti più meritevoli.

La X edizione dell’evento è stata incentrata sull’ironia, usata dalla madrina dello spettacolo, la professoressa Paola Cerella, per presentare alcune novità. In un’aula magna rinnovata, la docente di filosofia ha ironicamente attirato l’attenzione sul nuovo microfono ad archetto comprato dalla scuola e sui fogli di pergamena utilizzati per stampare gli attestati.

Lo stesso programma della manifestazione è stato rivoluzionato. L’apice dell’attenzione si è raggiunto con una parodia del “Maurizio Costanzo Show”, durante la quale è andata in scena un’intervista doppia all’ex preside dell’Istituto, Rocco Ciafarone, e all’attuale vicepreside Paolo Caraceni, che fino all’anno scorso ha affiancato il primo. In realtà, al posto di Caraceni avrebbe dovuto esserci il dirigente Nino Fuiano, colpito da un’influenza, per ascoltare le voci del nuovo preside e di quello emerito. La decima edizione del “The Best of Mattei”, infatti, è stata anche la prima dopo l’avvicendamento dello scorso primo settembre. L'ex preside Ciafarone col vice Caraceni

Il destino ha però voluto che ci fossero Ciafarone e Caraceni uno accanto all’altro, come lo sono stati negli ultimi dieci anni. I due, legati da un profondo rapporto di amicizia, sono stati intenti a ricordare le tappe più significative della loro avventura lavorativa. L’intervista è stata anche accompagnata da un breve video a cartone animato, realizzato dai ragazzi della classe IV A del Liceo delle Scienze Applicate, che ha simpaticamente illustrato quella che è stata la vita quotidiana in presidenza con Ciafarone.

Questa, però, non è stata l’unica intervista realizzata durante l’evento. A salire sul palco è stato anche Stefano Marchesani, tornato nella sua vecchia scuola (dove ha frequentato il Liceo Scientifico Tecnologico) dopo aver conseguito la laurea in fisica ed essere stato ricercatore ad Oxford (http://www.zonalocale.it/2017/06/20/dottorato-di-ricerca-a-oxford-per-il-vastese-stefano-marchesani/27156?e=vasto). Il 28enne vastese ha parlato della sua esperienza in Inghilterra e del suo ritorno in Italia, spiegando come sia contrario alla politica della Brexit. Dal momento che Marchesani ora insegna in un Liceo di Roma, la sua collega ed ex docente Paola Cerella lo ha incalzato anche con domande sulla scuola italiana, “che è cambiata, perché oggi pensa più alla forma che ai contenuti”.

Stefano Marchesani durante l'intervistaLa scuola abruzzese che offre agli alunni la migliore preparazione in vista del loro futuro universitario è il Liceo delle Scienze Applicate dell’IIS “Mattei”, come certificano i dati, mostrati al pubblico, raccolti dal portale Eduscopio.it (http://www.zonalocale.it/2017/11/14/il-mattei-di-vasto-primo-in-abruzzo-e-la-scuola-che-prepara-meglio-all-universita/29895?e=vasto). Un gradito risultato dovuto alla linea educativa intrapresa, che vede la didattica integrata con l’innovazione. Proprio per questo, anche questa volta non è mancata al “The Best of Mattei” la parte video. Si è potuto, infatti, guardare un filmato con i fatti salienti dell’anno appena andato in archivio e il racconto in video di una giornata vissuta da alcune classi quinte in visita didattica a Napoli. Le clip sono state entrambe realizzate dal valente videomaker della redazione di Scuolalocale.it del “Mattei”, Marian Imbrisca.

A prendersi la scena sono stati poi i veri protagonisti della mattinata, gli studenti che hanno ottenuto le migliori medie alla fine dell’anno scolastico 2016-17. In ordine di classe, sono stati chiamati a ritirare il loro attestato. Sin dalla prima classe si sono registrati brillanti risultati. Dei ragazzi entrati nell’Istituto lo scorso anno quattro hanno ottenuto una media uguale o superiore a nove e la più alta è stata di Lorenzo Menna (9.60, I C Lsa). Stessa media più alta per le seconde, ma sono state ben due ragazze ad ottenerla: Chiara Del Re e Tamara Pezzotta (II C Lsa). In terza a guadagnarsi i maggiori applausi è stato Federico Di Ninni (III A Lsa) con 9.45, mentre delle classi quarte Anthony Palmieri (IV A Inf) con la media maggiore dell’anno (9.80).

Con ottimi risultati si sono presentati i maturandi all’esame di Stato, tra cui Paolo Bontempo (V A El) con 9.44.

A questo punto sono finiti sotto i riflettori i ragazzi che hanno acquisito la maturità con i migliori risultati per ogni Premiazione dei migliori all'Esame di Statospecializzazione. Questi sono stati: Davide Forzin (87, Meccanica), Alex Maiocco (88, Trasporti e Logistica), Michal Mitoraj (82, Informatica) e Erika D’Aloisio (98, Chimica). Menzione speciale per coloro che hanno ottenuto il massimo dei voti, 100 su 100: Cristian Ciroli, il più acclamato, Daniela D’Aurizio, Diego Polverigiani, tutti e tre della V B Lsa, e Paolo Bontempo (5 A El).

Premiati anche Marco Rossi (V A Lsa) e Clara Ruzzi (IV A Lsa), che hanno conseguito la certificazione CAD con la fedele guida del professor Pappalardo, trasferitosi a Lanciano lo scorso settembre.

Non è mancata anche nel decimo appuntamento la componente musicale, che è anzi raddoppiata. Si è esibito con il proprio inedito “Corri se puoi”, accompagnando la premiazione degli studenti, il gruppo musicale del “Mattei” composto da Lucrezia Capitanio, Luca Monte, Matteo Di Nello e Luca D’Alessandro. Non solo, perché per la prima volta ha cantato, coordinato dal musicista Nicola Cedro, il coro in inglese degli studenti del “Mattei”, che ha chiuso l’evento con l’“Hallelujah” di Leonard Cohen.

Il 2017 dunque al “Mattei” si è concluso all’insegna dell’ironia, del racconto, della musica e soprattutto del merito. Non resta che augurarvi buon anno nuovo.

Giuseppe Pio di Cianno


Condividi questo articolo




 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

lightbulb_outline

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi